25 Gen

E’arrivato il vaccino! C’è ancora bisogno di sanificare?

Il COVID-19 ha cambiato il nostro modo di pensare riguardo ai virus.
Stiamo nel bel mezzo di una pandemia senza precedenti: abbiamo visto scuole e negozi chiusi, siamo “rimasti a casa”, ci siamo abituati ad usare la mascherina e a praticare il distanziamento sociale, molti hanno perso il lavoro, e abbiamo avuto ingentissime perdite di vite umane. Eravamo tutti in attesa di un vaccino che ci liberasse dalla morsa del coronavirus.

20 Ago

Ospiti indesiderati in ufficio: guerra ai germi che prosperano sulla tua scrivania!

Quando una persona che lavora si ammala generalmente dà la colpa a fattori esterni al posto di lavoro.

Se ha preso l’influenza è perché i bambini l’hanno portata a casa da scuola, se ha lo stomaco in subbuglio è per qualcosa che ha mangiato la sera prima e così via… a nessuno viene in mente che potrebbe essersi ammalato a causa di qualcosa in ufficio. E invece la verità è che alcuni oggetti presenti sul posto di lavoro presentano più batteri di una stanza da bagno.

Anche se non sembra, tra le carte e gli scaffali dei nostri uffici si possono annidare germi e batteri e, di conseguenza, aumenta la possibilità di contrarre malattie. I virus si riproducono facilmente sulle superfici delle scrivanie e sulle vie di fuga dei pavimenti.

20 Mag

Covid-19, Iss: rapporto su sanificazione di superfici, ambienti e abbigliamento

Il Rapporto “Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: superfici, ambienti interni e abbigliamento”, pubblicato il 15 maggio dall’Istituto superiore di sanità (ISS) sul suo sito istituzionale, fornisce indicazioni, basate sulle evidenze a oggi disponibili, in tema di trasmissione dell’infezione da SARS-CoV-2, di sopravvivenza del virus su diverse superfici e di efficacia dei prodotti utilizzati per la pulizia e la disinfezione/sanitizzazione dei locali.